logo regione

C.S.M.T. Gestione s.c.a.r.l.

Società di ricerca e sviluppo, progettazione, consulenza e servizi

Denominazione
C.S.M.T. Gestione s.c.a.r.l.
Sito web
www.csmt.it
Organismo di ricerca
Cluster Tecnologici Lombardi di appartenenza
  • Associazione Fabbrica Intelligente Lombardia (AFIL)
  • Associazione Cluster Lombardo della Mobilità (CLM)
Descrizione attività

La mission del C.S.M.T. è tradurre l'innovazione in un'applicazione, coniugando le più qualificate e internazionali competenze universitarie alla concretezza tradizionalmente tipica dell'area industriale bresciana. Essere un ponte tra il mondo della ricerca universitaria e il mondo aziendale.

Fornire servizi di consulenza e formazione alle imprese, per aumentare e migliorare le loro competenze, affinché possano affrontare le nuove sfide competitive con un know-how adeguato e in continuo progresso. Grazie al C.S.M.T. la tecnologia diventa "a portata di mano", lo sviluppo è costante e l'innovazione viene trasformata in risultati misurabili, applicabili, operativi e soprattutto remunerativi. C.S.M.T. è l'interlocutore principale, il punto di riferimento più importante delle imprese di qualunque settore per operazioni di ricerca applicata, trasferimento tecnologico, formazione, nonché studio, sviluppo e prototipazione di nuove soluzioni prodotti, processi e metodologie. 

CSMT è partner in progetti di ricerca europei, ministeriali o regionali.

Il CSMT si suddivide nei seguenti Centri di Competenza: - Ricerca Applicata e sostenibilità del prodotto - Innovazione Gestionale e Lean Management - Project funding  - Scuola di pressocolata - Alta Formazione - Profinet/Profibus

Servizi offerti al mercato
Ricerca
    Ricerca applicata
Trasferimento tecnologico
    Servizi di laboratorio
        Analisi
        Prove e misure
        Test tecnici e collaudi
    Progetto e sviluppo
        Conceptual design e progettazione di nuovo prodotto/servizio
        Sviluppo sperimentale e prototipale
        Ingegnerizzazione
Supporto al TT
    Ricerca partner, promozione di accordi
Servizi ausiliari alla R&TT
    Servizi logistici e amministrativi
    Osservatori, studi, monitoraggio tecnologie
    Consulenza
        Consulenza tecnico-scientifica
        Consulenza strategica, economica e finanziaria
        Consulenza organizzativa e BPR
    Project management
    Organizzazione eventi scientifici (convegni, seminari, workshop tecnico-scientifici conto terzi)
Settori scientifico-tecnologici
4 Ingegneria, Calcolo e Tecnologia
    4.2 Intelligenza Artificiale, Robotica e Controllo Automatico
    4.5 Scienza ed Ingegneria Informatica
    4.6 Ingegneria Elettrica ed Elettronica
    4.7 Ingegneria Gestionale
    4.14 Ingegneria Meccanica
Settori scientifico-tecnologici aggiuntivi
Innovazione Gestionale e Lean Management
Pressocolata
Profibus-Profinet
Ricerca applicata e sostenibilità del prodotto
Alta formazione
Informazioni aggiuntive: file
Progetti 2015 2014 2013
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali presentati come partner 3 6 1
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali presentati come capofila 1 0 1
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali ammessi a finanziamento in cui partecipa come partner 1 2 0
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali ammessi a finanziamento in cui è capofila 0 0 1
Periodo Descrizione
2014-2018 Il Progetto LIFE13 ENV/IT/000559 Autoplast mira al recupero di materiale plastico speciale proveniente dal settore automotive, in particolar modo quello dei serbatoi. Questa particolare tipologia di rifiuto, per sua natura, durante il ciclo di vita assorbe una certa quantità di idrocarburi che rende problematico il riutilizzo del materiale riciclato per i seguenti motivi: - Difetti superficiali sul prodotto finito; - Permanenza dell’odore di idrocarburi.
2014-2016 MAPEC-LIFE Lo studio MAPEC-LIFE è stato approvato nel 2013 dalla Commissione Europea e finanziato dal programma LIFE+, il fondo per l’ambiente dell’Unione europea. Titolo: Monitoraggio degli effetti dell’inquinamento atmosferico sui bambini a supporto delle politiche di sanità pubblica. Il progetto si propone di studiare gli effetti biologici precoci da esposizione a inquinanti atmosferici nelle cellule della mucosa orale e i fattori che possono influenzare tali danni nei bambini in età scolare.
2013-2015 COSMOS- RICE La combustione dei rifiuti nei termovalorizzatori produce residui solidi pericolosi sotto forma di ceneri leggere. Per rendere inerti questi residui, il Dipartimento di Ingegneria meccanica e industriale dell'Università di Brescia ha sviluppato il metodo COSMOS (Colloidal Silica Medium to Obtain Safe inert), inserito in un progetto dell'Unione Europea. Il metodo richiede l'uso di silice amorfa, un materiale commerciale che rappresenta la principale voce di costo del processo, sia in termini economici che ambientali. Per ovviare all'inconveniente e rendere il processo sostenibile, è stata individuata una fonte di silice alternativa in un prodotto naturale, la lolla di riso, ampiamente disponibile some sottoprodotto agricolo. Silice e ceneri di scarto vanno così a formare un nuovo prodotto, chiamato COSMOS-RICE, che può essere reinserito nel ciclo produttivo e manifatturiero come materia prima secondaria. Al progetto COSMOS-RICE approvato partecipano il CSMT (Centro Servizi Multisettoriale e Tecnologico - Gestione S.c.a.r.l.) di Brescia, la società CONTENTO Trade S.r.l. di Udine, l’Università di Brescia e Regione Lombardia. Il finanziamento messo a disposizione dall’UE è nell’ordine dei 650.000 €, il contributo regionale è di 12.700 €. Il ruolo attribuito a Regione, unico partner istituzionale della compagine, sta nel monitoraggio dell’impatto delle azioni intraprese, nella disseminazione dell’esperienza condotta tanto in consessi tecnici quanto nelle sedi istituzionali, e nella valorizzazione di buone pratiche anche attraverso l’emanazione di atti di indirizzo.
2011-2013 REMS- Rete Lombarda di Eccellenza per la Meccanica Strumentale e Laboratorio Esteso. Programma di R&S cofinanziato da Regione Lombardia tramite il "Fondo per la promozione di accordi istituzionali”
2011-2013 SIGI-X L’obiettivo perseguito dal progetto SIGI-X è quello di aumentare l’efficienza e l’efficacia delle imprese manifatturiere coinvolte, attraverso l’impiego di modelli organizzativi, gestionali ed informativi appositamente sviluppati per il settore della macchina/impianto speciale.
2011-2012 H-REII (Progetto Life+) Creazione di un osservatorio pilota per il monitoraggio, lo sviluppo di politiche e di azioni istituzionali di supporto alla implementazione di innovativi interventi di recupero calore da processi industriali altamente energivori (siderurgie, cementifici, fonderie di alluminio e non ferrosi, trattamenti termici, industrie del vetro, industrie chimiche, ...), così da permettere un abbattimento delle emissioni globali di CO2. Progetto in collaborazione con UniBS e Turboden.
2011-2012 Progetto COSMOS (Life+) Recupero delle ceneri leggere da processi di termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani e produzione di un nuovo materiale inerte
2010-2013 Michelangelo: progetto nel campo delle soluzioni robomeccatroniche, intende incrementare il livello di automazione e integrazione funzionale delle macchine utensili mediante sistemi cognitivi artificiali che realizzano processi di percezione/decisione.
2006 "Progetto Zinc Die Casting", si tratta di un progetto ancora in corso che ha come obiettivo l'ottimizzazione dei processi e la formazione tecnica specifica
2006 "Triple Helix" Modelli di cooperazione tra mondo della Ricerca, Finanza, Impresa e Pubblica Amministrazione. Progetto ancora in corso
2006 BIOTECNOLOGIE APPLICATE ALLA SICUREZZA ALIMENTARE: valutazione dei prodotti e modifica dei processi fino alla produzione di cibi con elevati standard di sicurezza. Scopo della ricerca è di colmare, in attesa della attivazione delle prassi collegate all’analisi del rischio, le lacune esistenti attivando uno studio per verificare e documentare le caratteristiche di sicurezza alimentare di varie categorie di alimenti, classificandone i termini relativi ai fattori produttivi fino a identificare tipologie di alimenti o prodotti caratterizzati da termini di sicurezza talmente elevati da consentirne l’utilizzo perfino nelle categorie di consumatori più esigenti, rappresentati da popolazioni nosocomiali e in particolare immunocompromessi
2006 Progetto “ Paesaggio domestico : centro di eccellenza nuovi materiali antichi (NUMA) e centro di eccellenza per le tecnologie di progettazione e prototipazione rapida per il time – to – market”
2006 Progetto “ASAP Service Management Forum” e "INFOS"
2006 Progetto “Ris Trondelag” finanziato dalla EC
2006 Progetto Metadistrettuale “Innovazione dei processi di pressocolata di leghe di alluminio”
2006 Progetto Metadistrettuale “Innovazione Studio e Sviluppo di un innovativo sistema di show foos ad incasso modulare”
2006 Progetto Metadistrettuale “Next Future – Studio e Sviluppo secondo una logica di filiera, di una tecnologia e di una metodologia produttiva atta alla produzione di abiti in lana e giacca in cachemire tinte in capo”
2006 RETE ELIAN
2005 Progetto “Marte” coordinato dalla Provincia di Brescia
2003 "Caratterizzazione dei materiali": coniugare le caratteristiche dei materiali rispetto all'impiego L’attivtà di ricerca si è articolata su due filoni: il primo riguarda il rilievo, attraverso prove di laboratorio, delle caratteristiche meccanichedei materiali, il secondo è relativo alla definizione delle proprietà richieste agli stessi materiali nelle diverse casistiche di impiego in ambito ferroviario.la correlazione matriciale tra caratteristiche rilevate e richieste dall’impiego è la fase conclusiva della ricerca.
2003 "Studio nuovi sensori" per il controllo dei processi nel settore plastico. Nei processi di trasformazione delle materie plastiche (stampaggio, estrusione, soffiaggio) diventa sempre oiy importante garantirela qualità dei manufatti attraverso il controllo dei parametri di regolazione del processo stesso (pressione, temperatura, umidità). L’attività di ricerca riguarda lo studio di nuovi sensori basati su tecnologie innovative che possono essere impiegati nei sistemi di produzione
2003 Macchine per pressocolata; studio nuove macchine. L’introduzione di recenti tecnologie nel processo di pressocolata (thixocasting, squeezecasting) impone una reingegnerizzazione delle macchine utilizzate. Lo studio riguarda l’adeguamento dimensionale delle presse rispetto alle nuove prestazioni richieste e l’individuazione dei materiali piy indicati per la realizzazione delle parti meccaniche piy sollecitate.
2003 Ricerca applicata nei progetti di metalfinishing
2003 Sviluppo di nuovi sensori per il meccanotessile
2003 Sviluppo motore elettrico per applicazione Automotive
Mostra gli elementi supplementari
Esistono partner/clienti con/per i quali il centro ha realizzato progetti di R&TT negli ultimi 5 anni?
Descrizione
Università di Brescia
Sintef (Norvegia) SiVa (Norvegia) nell’ambito del Progetto “Ris Trondelag” finanziato dalla EC.
Università degli Studi di Brescia, AQM (Brescia) Brescia Export (Brescia)
Università degli Studi di Brescia
Università degli Studi di Brescia e Università degli Studi di Bergamo
Servitec (Bergamo), Micromega Network (Brescia), Promoimpresa (Mantova)
Università di Padova
Politecnico di Milano
Ume University (Ume, Svezia) Hozman Science Technology Park (Polonia) Agropolis (Hame, Finlandia)
Zinc Fondry (Parigi) Initiative Zinc (Dusserdolf)
Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell'Emilia Romagna e Università degli Studi di Brescia
Turboden (progetto H-REII)
Fabbrica d'Armi Beretta (progetto I-Gun)
Siemens (audit reti PRofinet e Profibus)
Associazione Industriale Bresciana
Gefran SpA
Mostra gli elementi supplementari
Esistono collaborazioni, accordi, reti, convenzioni per la R&TT attive nel 2015?
Descrizione
Università di Brescia Accordo di collaboraborazione mirato ad azioni d onnessione tra ricerca accademica ed innovazione industriale.
Associazione Industriale Bresciana (A.I.B.) Accordo per l'erogazione di servizi di supporto all'innovazione per le imprese associate A.I.B.
AQM S.r.l. Accordo per l'offerta congiunta di servizi di ricerca e sperimentazione alle imprese.
Il soggetto ha partecipato in passato a programmi europei o internazionali di ricerca e innovazione
Il soggetto è interessato a partecipare alle call di Horizon 2020?
Temi di interesse di Horizon 2020
1. Leadership in enabling and industrial technologies
    1.1. Information and Communication Technologies (ICT)
        1.1.1. A new generation of components and systems
        1.1.4. Content technologies and information management
        1.1.5. Robotics
        1.1.6. Micro- and nano-electronic technologies, Photonics
    1.2. Nanotechnologies, Advanced materials, Biotechnology, Advanced Manufacturing and Processing
        1.2.1. Nanotechnologies
        1.2.2. Advanced materials
        1.2.3. Biotechnology
        1.2.4. Advanced Manufacturing and Processing
        1.2.6. PPP Factories of the Future (FoF)
    1.3. Space
        1.3.1. European Global Navigation Satellite System (EGNSS) and Earth Observation
        1.3.6. partnerships
2. Societal challenges
    2.1. Health, demographic change and well-being
        2.1.1. Personalising health and care
        2.1.2. European Innovation Partnership on Active and Healthy Ageing
        2.1.6. Innovative Medicines Initiative
        2.1.8. Active and Assisted Living Programme.
    2.2. Food Security, Sustainable Agriculture and Forestry, Marine, Maritime and Inland Water Research and the Bioeconomy
        2.2.1. Food Security
        2.2.2. Sustainable Agriculture and Forestry
    2.3. Secure, Clean and Efficient Energy
        2.3.1. Reducing energy consumption and carbon footprint
        2.3.2. Low-cost, low-carbon electricity supply
        2.3.7. Smart Cities & Communities
    2.4. Smart, Green and Integrated Transport
        2.4.4. Reinforce the competitiveness and performance of European transport manufacturing industries and related services including logistic processes
    2.5. Climate Action, Environment, Resource Efficiency and Raw Materials
        2.5.3. Sustainable supply and use of raw materials
Totale individui/teste 2015 del CRTT
15
Totale addetti del centro in equivalente a tempo pieno 2015
12,00
• ricercatori
6,00
• addetti specificatamente al tt e supporto al tt
3,00
Possiede e/o ha in dotazione attrezzature tecnico-scientifiche qualificanti:
Nome Descrizione Quale funzione e/o servizio esercita l'attrezzatura? Tipologia di soggetti terzi che possono richiedere l'accesso all'attrezzatura
RF e DC magnetron sputtering Sistema per magnetron sputtering reattivo di rivestimenti di nitruri di metalli di transizione. Questo sistema, dotato di tre sorgenti sputtering ed una stazione per i trattamenti termici, permette di depositare metalli, nitruri, strati singoli o multistrati e permette la deposizione di nitruri misti in modalità co-sputtering, ossia utilizzando contemporaneamente più sorgenti. Attrezzatura per analisi, test e misura
Plasma Enanched CVD Sistema per PE-CVD STS 310PC 6 Gasline (Ar, N2, CH4 , H2 , O2, CF4) - Linea esametildisilossano (HMDSO) - Temperatura fino a 400 °C Volume 11 litri Power supply 1: 600W (13,56 MHz) Power supply 2: 500W (50 kHz) Materiali depositati: • Rivestimenti Diamond-like Carbon (DLC) • DLC:Si • SiOx mediante Plasma Enhanced Chemical Vapor Deposition. Attrezzatura per analisi, test e misura
Table Top Tester Carico massimo 500 mN Risoluzione in forza 0.04 µN Profondità massima 200 µm Risoluzione in profondità 0.04 nm Conforme agli standard ISO 14577, ISO 6507-2, DIN 50359, DIN 4516, ASTM C1326, ASTM C1327, ASTM E384 Modalità di misura: indentazione semplice indentazione con parametri personalizzati multi-cicli progressivi per prove di fatica Attrezzatura per analisi, test e misura
Scratch tester CSM Instruments Caratteristiche tecniche dello strumento: Range di forze 1N – 200N Metodo di scratch con punta di diamante (raggio di curvatura 200 micron) Attuatore di forza controllato a retroazione Compatibile con gli standard ASTM C1624 e EN 1071 Attrezzatura per analisi, test e misura
Tribometro pin-on-disc Caratteristiche tecniche dello strumento • Pin sferico da 6 mm 100Cr6, Al2O3 oppure Controparte personalizzabile • Alta risoluzione ottenuto con design unico attrito sensore di forza • Misure in temperatura fino a 1000 °C • Possibilità di lavorare in gas inerte (Ar) Attrezzatura per analisi, test e misura
Mostra gli elementi supplementari
Il CRTT accede in convenzione ad attrezzature tecnico-scientifiche?
No
Vi sono eventuali attrezzature scientifiche alle quali vorrebbe accedere?
No
Possiede e/o ha in dotazione infrastrutture tecnico-scientifiche qualificanti: censite nella "Roadmap MIUR" o aderenti "ESFRI" (European Strategy Forum of Research&Innovation)?" e/o a funzione di servizio per soggetti terzi?
Il CRTT accede in convenzione a infrastrutture tecnico-scientifiche?
Nome Descrizione Quale funzione e/o servizio esercita l'infrastruttura?
Laboratori università di Brescia Laboratori università di Brescia Infrastruttura per analisi, test e misura
Laboratori AQM Srl convenzione per utilizzo laboratori AQM Infrastruttura per analisi, test e misura
Vi sono eventuali infrastrutture scientifiche alle quali vorrebbe accedere?
Ambiti tecnologici
  • ELETTRONICA, IT E TELECOMUNICAZIONI
  • Elettronica e microelettronica
  • Automazione, sistemi di controllo robotizzati
  • Automazione di processi
  • Gestione energetica
  • Sicurezza
  • Sistemi digitali, rappresentazione digitale
  • Circuiti elettronici, componentistica e attrezzature
  • Stampa 3D
  • PRODUZIONE INDUSTRIALE, MATERIALI E TRASPORTI
  • Produzione industriale
  • Rivestimenti
  • Reti di impianti produttivi
  • Valutazione di rischi ed impatto ambientale
  • Ambiente
  • Ingegneria elettronica
  • Controllo di processi e logistica
  • Ottimizzazione processi, utilizzo rifiuti - calore
  • Gestione rifiuti
  • Supply chain
  • ENERGIA
  • Recycling, ricovero
  • Trasformazione per deformazione plastica
  • Sistemi di elaborazione informazioni, workflow
  • Materiali compositi
  • Tecnologie di materiali
  • Efficienza energetica
  • Ingengeria/ tecnologia ambientale
  • Saldatura
  • Ferro e acciaio
  • Macchine utensili
  • Tecnologie di gestione materiali (solidi, fluidi, gas)
  • Tecnologie di trasporti e spedizioni
  • Lavorazioni meccaniche (tornitura, foratura, taglio)
  • Metalli e leghe
  • PROTEZIONE DELL'UOMO E DELL'AMBIENTE
  • Metalli non-ferrosi
  • Ingegneria automotive
  • Fusione, pressofusione, sinterizzazione
  • Estrusione
  • Plastiche, polimeri
  • Trattamenti superficiali di finitura (verniciature, galvanica, lucidatura, CVD, ecc.)
  • Proprietà dei Materiali, Corrosione/ degradazione
  • Gomma
  • Microlavorazioni, nanolavorazioni meccaniche
  • Nanomateriali
Totale ricavi/entrate 2015 del CRTT
€ 1.849.000,00
Totale ricavi/entrate per attività su commessa di R&TT 2015
€ 900.000,00
Utlimi brevetti
Numero di spin-off 2015
Numero di clienti dei "servizi di laboratorio" nell'anno 2015
2
Numero di clienti del servizio “progetto e sviluppo” nell'anno 2015
50
Valore finanziamenti che il cliente al quale avete offerto il servizio di ricerca fondi ha ottenuto per vittoria di bandi 2015
Valore finanziamenti che il cliente al quale avete offerto il servizio di venture capital ha ottenuto per venture capital 2015
Numero di aziende ospitate nell'anno 2015
15
Numero di progetti di R&TT di terzi coordinati nell'anno 2015
20
Di cui con almeno un partner internazionale
3
Sede del crtt
Branze 45
25138 BRESCIA BS Italia
Telefono: 030 6595111
Fax: 030 6595000
info@csmt.it