logo regione

AQM SRL

Società di ricerca e sviluppo, progettazione, consulenza e servizi

Denominazione
AQM SRL
Sito web
www.aqm.it
Organismo di ricerca
Cluster Tecnologici Lombardi di appartenenza
  • Lombardia Aerospace Cluster
  • Associazione Cluster Lombardo della Mobilità (CLM)
Descrizione attività

AQM srl è impegnata da lungo tempo a servire le imprese per rispondere alle loro esigenze tecniche, produttive ed organizzative attraverso un’ampia gamma di servizi d’eccellenza. Grazie all’approfondita conoscenza dei materiali industriali, dei loro processi produttivi ed all’esperienza maturata nella definizione di sistemi di gestione aziendale ed organizzativi, oggi AQM è lo strumento di supporto indispensabile per le imprese che intendono mantenere ed incrementare la loro competitività. Il centro servizi nasce a Brescia nel 1982, per volontà di un gruppo di primarie imprese industriali locali che necessitavano originariamente di servizi di laboratorio indipendenti, di formazione e consulenza in area metalmeccanica. Ben presto sostennero l’iniziativa Camera di Commercio e Provincia di Brescia, tutt’oggi presenti nell’azionariato, a garanzia d’imparzialità di giudizio ed operato. La validità dei servizi offerti e l’attenzione rivolta alla diffusione della qualità e della cultura d’impresa hanno fatto si che Aqm sia oggi sostenuta da ben 188 soci e vanti un capitale sociale interamente versato di € 3.600.000,00. Aqm sviluppa i servizi tecnici per le numerose imprese clienti in quattro aree fondamentali: -Testing Labs; grazie ad attrezzati ed avanzati laboratori destinati a prove distruttive e non distruttive, prove e qualificazioni di prodotti intermedi e finiti, collaudi d’accettazione, taratura strumenti ed attrezzature, metrologia, reverse engeenering e prototipazione rapida;diagnostica difetti o Faylure analysis, prevenzione; -Training; formazione tecnica e certificazione del personale e dei processi, grazie a scuole tecniche e percorsi formativi molto evoluti ed unici nel panorama italiano; -Consulting; consulenza tecnica, organizzativa e gestionale in area qualità, sicurezza, ambiente ,operations ma non secondariamente anche per la scelta o miglioramento dei materiali, per la progettazione, per l’ottimizzazione dei processi produttivi destinati alla realizzazione di molteplici prodotti industriali. Normativa e prodotti editoriali: Aqm è punto di diffusione normativo, casa editrice delle collane “I criteri di scelta e di trattamento degli acciai da costruzione e da utensili” e dell"'Atlante Micrografico degli acciai speciali da costruzione e da utensili" e distributore di Total Materia– un eccellente data-base multimediale contenente dati tecnici e d’utilizzo di oltre 120.000 leghe ferrose e non ferrose censite nel mondo. Aqm opera in un centro dedicato di oltre 3800 mq distribuiti fra laboratori, aule formative, biblioteca tecnico-scientifica ed uffici. Impegna oltre 50 collaboratori fissi ed un team di professionisti qualificati, di comprovata esperienza, provenienti dal mondo universitario ma anche e soprattutto dall’industria o da settori applicativi e di ricerca specifici, assicurando un taglio immediatamente operativo e capitalizzabile. AQM è accreditata e/o riconosciuta da vari Organismi d'accreditamento e/o certificazione che garantiscono la competenza, professionalità, imparzialità e riservatezza: ACCREDIA (Sistema Nazionale d'Accreditamento dei Laboratori) ACCREDIA -LAT(Servizio di Taratura in Italia), NADCAP, IIS-ISTITUTO ITALIANO DELLA SALDATURA,IIW (International Institute of Welding, EWF /IAB (European Welding Federation/International), CEI, CSA International.

I principali mercati di riferimento sono oil&gas, automotive, aerospace, industrie metallurghiche e metalmeccaniche in genere (acciaierie, forge, stampatori, costruttori di macchimne, componenti, rubinetti e valvole, ecc.)

Servizi offerti al mercato
Ricerca
    Ricerca applicata
Trasferimento tecnologico
    Servizi di laboratorio
        Analisi
        Prove e misure
        Test tecnici e collaudi
    Progetto e sviluppo
        Sviluppo sperimentale e prototipale
Servizi ausiliari alla R&TT
    Consulenza
        Consulenza tecnico-scientifica
        Consulenza organizzativa e BPR
    Project management
Settori scientifico-tecnologici
4 Ingegneria, Calcolo e Tecnologia
    4.7 Ingegneria Gestionale
    4.12 Strumentazioni e Misure
    4.13 Scienza e Ingegneria dei materiali
    4.15 Metallurgia
6 Fisica, Chimica e Scienze della Terra
    6.8 Chimica Fisica/Fisica Chimica
Settori scientifico-tecnologici aggiuntivi




Informazioni aggiuntive: file
Progetti 2015 2014 2013
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali presentati come partner 0 0 0
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali presentati come capofila 0 0 0
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali ammessi a finanziamento in cui partecipa come partner 0 0 0
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali ammessi a finanziamento in cui è capofila 0 0 0
Periodo Descrizione
2013-2015 Progetto di un bimotore elicottero con motorizzazione Twin Engine Pack System (T.E.P.S.) - progetto integrato, cofinanziato da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo. Il T.E.P.S. grazie ai nuovi standard tecnologici permetterà di: - Riconsiderare e riprogettare i servizi offerti dall’Aeronautica per il territorio; - Comprimere significativamente i costi pur ampliando grandemente la possibilità d’impiego; - Fornire uno strumento economico per l’addestramento piloti (oggi in numero carente) idoneo alla loro abilitazione per operare con macchine bimotore (comprese le Bi turbina); - Aumentare la sicurezza e rafforzare la leadership mondiale nel settore aerospazio rivestita da Regione Lombardia. - implementare e raggiungere la certificazione NADCAP Premiante è il concetto di internazionalizzazione, attraverso i contatti con docenti ed Università Internazionali quali: Ecole Polytechnique de Montreal (Canada) Department of Aerospace and Mechanical Engineering Ottawa (Canada)
2013-2014 STUDIO DEL LAYOUT - DA LAYOUT DI PROCESSO A LAYOUT PER PRODOTTO trasformare la disposizione dei macchinari e quindi i cicli di lavorazione che si svolgono secondo un criterio job-shop per reparto raggiungendo l’obiettivo di razionalizzare e rivedere la disposizione dei macchinari secondo logica di linea al fine di abbattere tempi tecnici e tempi di attraversamento produttivo.
2013 Assistenza per la qualificazione di nuovi prodotti o processi e per la ricerca di difetti (failure analysis) dei prodotti. Caratterizzazione di materiali nuovi. Attività svolta su 265 commesse
2012 Assistenza per la qualificazione di nuovi prodotti o processi e per la ricerca di difetti (failure analysis) dei prodotti. Caratterizzazione di materiali nuovi. Attività svolta su 262 commesse
2011 Assistenza per la qualificazione di nuovi prodotti o processi e per la ricerca di difetti (failure analysis) dei prodotti. Caratterizzazione di materiali nuovi. Attività svolta su 274 commesse
2010-2012 SAFE FOOD: studio e prototipazione di un film di quarzo sintetico che abbia le funzioni di rivestimento antiaderente da applicare su supporti in acciaio inox e in alluminio di sistemi di cottura in grado di garantire ai prodotti ottenuti caratteristiche tecniche altamente superiori rispetto a quelli attualmente esistenti, in termini di sicurezza di utilizzo, di resistenza strutturale e di riduzione dei costi di produzione.
2010 Assistenza per la qualificazione di nuovi prodotti o processi e per la ricerca di difetti (failure analysis) dei prodotti. Caratterizzazione di materiali nuovi. Attività svolta su 311 commesse
2010 Studi per la definizione di nuove prestazioni di componenti stampati acciaio/materiale plastico per settore alimentare
2010 sviluppo di nuovi test prestazionali su liquidi connettivi per impianti solari termici
2010 sviluppo nuove caratteristiche di getti colati in conchiglia ad alte prestazioni per l'industria automotive
2009 Assistenza per la qualificazione di nuovi prodotti o processi, per la ricerca di difetti (failure analysis) dei prodotti a seguito NC. Caratterizzazione di materiali nuovi. Attività svolta su 50 clienti
2008-2009 MICROCAVI E SENSORI AD ELEVATE PRESTAZIONI PER MISURAZIONI DI TEMPERATURA Realizzazione di prototipi di impianti innovativi finalizzati alla realizzazione dei microcavi ad elevate prestazioni e campionature di microcavi per applicazioni alimentari (per la realizzazione di sonde per la misurazione della temperatura), biomedicali, aerospaziali (cavi a bassissimo peso), applicazioni ad alta ed altissima temperatura (es. termocoppie per industria siderurgica). AQM ha effettuato prove di caratterizzazione in condizioni di ambiente particolarmente aggressivo: Determinazione del valore dell’isolamento elettrico alla tensione di 1KV sul prodotto tal quale Caratterizzazione prestazionale delle termocoppie a 5 temperature comprese nel range di utilizzo Cicli d’invecchiamento termici per 5000 ore di funzionamento a due temperature critiche associate a cicli di shock di raffreddamento in acqua Ricaratterizzazione delle termocoppie dopo cicli termici e riverifica dei valori d’isolamento alla tensione di 1KV. Reportistica
2008 PROGETTO DI RECUPERO METALLI DA ROTTAMI DI SINTERIZZATI IN METALLO DURO: studio e sperimentazione del processo elettrolitico, con messa a punto e uso della cella elettrolitica più opportuna: - Definizione della tipologia di cella; - Scelta dell’elettrolita; - Definizione della concentrazione ottimale di tale elettrolita; - Ottimizzazione dell’additivo di cella; - Definizione della tensione di cella; - Definizione della densità di corrente; - Definizione del tempo di elettrolisi; - Ottimizzazione della temperatura di esercizio della cella; - Calcolo dell’efficienza della corrente di cella; - Calcolo della resa e della qualità catodica;
2007 18 mesi STUDIO E SVILUPPO DI UNA LINEA AD INCASSO MODULARE – SHOW FOOD Il progetto è finalizzato alla realizzazione di una linea ad incasso modulare per la preparazione ed esposizione degli alimenti avente dimensione intermedie rispetto a quelle delle cucine industriali ed a quelle dei tradizionali sistemi buffet d’appoggio. Le conoscenze acquisite con il progetto di ricerca stanno consentendo la realizzazione di un prodotto innovativo sia per quanto riguarda le possibilità di utilizzo dello stesso che per quanto riguarda le modalità di realizzazione. Il progetto proposto prevede la realizzazione della sopra citata linea ad incasso modulare per la preparazione ed esposizione degli alimenti caratterizzata dai seguenti elementi: 1) dimensione pari alla misura gastronorm (GN) 1/1, ossia 53 x 32.5 cm 2) Contenitori del cibo realizzati con materiale più economico dei materiali attualmente utilizzati e con accorgimenti tali da massimizzare la conservabilità del cibo 3) tecniche di trattamento dei cibi applicate nell’ambito della modularità e che consentano di minimizzare il consumo energetico e di massimizzare la conservabilità 4) modularità del sistema
2007 progettazione percorso di alta formazione tecnica "Acciai da utensili" al fine di rispondere ad esigenze di una sempre più aprofondita conoscenza di metallurgia, famiglei di acciai da utensili, panoramica completa delel caratterisitche dei trattamenti termici, difettologia e problem solving nella costruzione di utensili.
2007 STUDIO DI FATTIBILITÀ CARTI&R per trasformare l’iniziale idea-ipotesi di adozione di materiali innovativi, in uno specifico progetto di innovazione, tramite l’identificazione, la definizione dettagliata e il confronto di più alternative, allo scopo di individuare le modalità di concreta realizzazione delle attività progettuali maggiormente confacenti alle esigenze dell’impresa coinvolta e alle sue finalità. Si è trattato di mettere a punto il processo più idoneo per la fabbricazione di viteria in leghe di titanio per aeronautica conforme alle specifiche. Il processo dovrebbe partire da barra di lega titanio grado 5 (Ti6Al4V), secondo AMS 4928 o AMS 4967, e prevedere: il taglio tramite trancaiatura del tronchetto, lo stampaggio a caldo mediante bilanciere ed elettroricalcatura per la formazione della testa; il trattamento termico di tempra di solubilizzazione ed invecchiamento per conferire le caratteristiche meccaniche richieste; la lavorazione meccanica a disegno della testa e del gambo con leggero sovrametallo di rettifica; la rettifica il gambo sotto testa e del gambo al diametro primitivo di rullatura nella zona da filettare; la rullatura del filetto con rulli speciali; la marchiatura laser della testa della vite; il tratamento di finitura superficiale lubrificante aluminum pigmented coating. L’obiettivo prevede anche la messa a punto di un sistema di controllo e collaudo che soddisfi le esigenze della produzione e la conformità ai requisiti. Risultati attesi Fabbricazione di viti in lega di titanio che soddisfino i requisiti aeronautici, mediante processi ripetitivi, efficaci ed efficienti.
2006 Assistenza per la qualificazione di nuovi prodotti o processi, per la riorganizzazione della produzione, per la ricerca di difetti (failure analysis) dei prodotti a seguito NC. Caratterizzazione di materiali nuovi. Prevenzione di NC tramite analisi e screening su forniture o in fasi intermedie della produzione.(attività svolta su oltre 800 clienti, a seconda delle varie problematiche
2006 Il progetto è finalizzato alla realizzazione di una linea ad incasso modulare per la preparazione ed esposizione degli alimenti avente dimensione intermedie rispetto a quelle delle cucine industriali ed a quelle dei tradizionali sistemi buffet d’appoggio. Le conoscenze acquisite con il progetto di ricerca consentirebbero la realizzazione di un prodotto innovativo sia per quanto riguarda le possibilità di utilizzo dello stesso che per quanto riguarda le modalità di realizzazione. Il sistema che si intende sviluppare potrà essere utilizzato dagli esercizi commerciali o per quegli eventi che, per bacino di utenza, non necessitano di cucine industriali, ma vogliono comunque dotarsi di una struttura per la preparazione ed esposizione del cibo. L’innovatività del prodotto può anche rintracciarsi nell’approccio modulare che lo contraddistinguerà e nella ricerca di materiali alternativi rispetto a quelli attualmente utilizzati per la costruzione delle bacinelle. Tali elementi, associati alle dimensioni ridotte rispetto alle cucine industriali, consentiranno di offrire su un mercato un prodotto nuovo ad un prezzo notevolmente inferiore rispetto alle cucine industriali. Sarà quindi possibile creare una nuova nicchia nel mercato della ristorazione. I beneficiari di tale nicchia saranno tutte le imprese partner coinvolte nel progetto. La durata prevista del programma d’investimento è di 24 mesi.
2006 Innovazione tecnologica e internazionalizzazione per la competività delle piccole e medie imprese manifatturiere della provincia di Brescia A seguito dell’Invito alla presentazione di candidature per la realizzazione dei poli formativi, atto identificativo n.162 della Direzione generale Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, L’Amministrazione Provinciale con l’Assessorato all’Istruzione e Formazione Professionale in concerto con la Dirigenza del CSA di Brescia, nell’intento di finalizzare la presente e importante opportunità per sviluppare un sistema che integri il mondo della istruzione e formazione con quello produttivo, favorisce la sinergia progettuale ed operativa di istituzioni culturali, nei vari livelli della filiera formativa, con imprese, associazioni datoriali e sindacali, centri di ricerca e quanti, nei vari campi di azione specifica, sono preposti a favorire il progresso. L’intento è quello di governare un momento così rilevante evitando la dispersione di energie in molteplici azioni che non favorirebbero la qualità dell’intervento, facendo perdere al territorio bresciano sia una risposta efficace per superare la crisi che la possibilità di creare un sistema sinergico di operatività. Il progetto”Innovazione tecnologica e internazionalizzazione per la competitività delle piccole e medie imprese manifatturiere della provincia di Brescia” intende affrontare una seria ed approfondita analisi dei bisogni del comparto metalmeccanico ed elettrico che tradizionalmente è quello trainante l’economia industriale ed artigianale della provincia di Brescia sia per il numero delle aziende che per l’indotto e che è pressato da una costante innovazione tecnologica. Esso presenta una rilevante richiesta di risorse umane con potenziale professionalizzante qualificato capace di affrontare le sfide della globalizzazione e della competitività in sintonia con le prospettive di una continua evoluzi
2006 Progettazione ed erogazione di un corso per diagnosta dei difetti metallurgici, a completamento delle figure professionali della scuola di metallografia AQM certificabili a livello internazionale. Tale corso è destinato ad esperti delle aziende clienti di AQM affinchè possano in autonomia definire le criticità dei prodotti e avere sufficienti conoscenze di tecnologia dei processi, tali da consentire la corretta ed autonoma diagnosi dei difetti metallurgici e la capacità di dare suggerimenti per la correzione dei progetti, processi e prodotti.
2006 STUDIO DI FATTIBILITÀ DELL’OPERAZIONE DI SALDATURA SU PACCO DI LAMIERINI MAGNETICI.L’attività ha previsto: la ricerca dei processi di saldatura applicabili al prodotto in modo da rispettare i vincoli di produttività e qualità richiesti dal cliente. L’effettuazione di tutte le prove necessarie a validare le ipotesi tecnologiche scelte. L’esecuzione di analisi micrografiche e strutturali e l’analisi conseguente. La verifica dal punto di vista elettromagnetico delle rese e della funzionalità del prodotto a seguito del nuovo processo di saldatura.  La stesura della relazione tecnica finale.
2006 Utilizzo del metodo TPS (Transient Plane Source Technique) per prove di conducibilità termica a 150°C su ghisa.
2006 VALUTAZIONE TECNICO SCIENTIFICA DELLA PERFORMANCE DEL FILO DI FERRO UTILIZZATO NELL’INDUSTRIA DELLA ZINCATURA A CALDO. L’obiettivo era fornire agli zincatori nel mondo dati sostanziali sulla performance meccanica del filo, basandosi sulle prassi di utilizzo negli insediamenti industriali e sulle relative aspre condizioni di processo. Lo scopo della ricerca è stato esporre minuziosamente i possibili cambiamenti nelle performance del filo e nel carico di rottura durante il processo di zincatura a caldo, oltre che valutare i cambiamenti di performance alle quali il filo è soggetto , ivi incluse le zone critiche di incisione lungo il prodotto legato
2005 Creazione copia di busto umano in gesso per fonderia. Metodologie utilizzate: Scansione 3D mediante proiezione di luce strutturata Stante quanto sopra è stato scansionato il busto vecchio dal quale è stato creato il file IGES (matematica del particolare) con il quale è stata creata copia in gesso con tecnologia di prototipazione rapida.
2005 EKC (Entrepreneurial Knowledge Community) Interreg IIIC - STIMENT Stimolare lo spirito imprenditoriale Obiettivo principale del progetto è di stimolare lo spirito di aggregazione, la crescita imprenditoriale e le opportunità di business usando la tecnologia moderna con un metodo imprenditoriale nelle regioni che partecipano – il target principale sono i giovani. Il progetto punta ad andare oltre al metodo tradizionale di apprendimento e tramite una Community aumentare le possibilità di apprendimento, questa Comunità imprenditoriale è costruita sulle basi di uno dei piy antichi metodi di tutoraggio e di apprendimento insieme alla gestione del sapere. Il progetto promuoverà inoltre l'e-learning come un mezzo per Incubatori, attraverso la creazione di una sezione di tecnologie per l'e-learning e workshop virtuali accessibili tramite la E-academy
2005 indagare sulla natura delle cricche osservate sulla superficie cromata di 2 lineari in acciaio cromato con cricche superficialidei lineari. Analisi, prove ed indagini eseguite: - esame macroscopico - esame microfrattografico in microscopia elettronica - esami micrografici - prove di microdurezza - documentazione fotografica ed interpretazione dei risultati Alla luce degli esami condotti è le cricche riscontrate al termine dell’operazione di cromatura sono state ritenute riconducibili a cricche tensionali, quest’ultime generate da alterazioni termiche localizzate impartite ai lineari prima del trattamento galvanico. L’alterazione termica ha generato una microstruttura molto fragile caratterizzata da valori di durezza superiori a quelli del rivestimento di cromo, compromettendo l’intergità dello stesso.
2005 INDAGINE su raccordi freno, non zincati, in acciaio non legato qualità S235 UNI EN 10277/2, criccati. Analisi, prove ed indagini eseguite: - esame macroscopico e macrofrattografico - prove di durezza - esame microfrattografico in microscopia elettronica a scansione (SEM) - microanalisi EDS in microscopia elettronica a scansione - esami micrografici - documentazione fotografica ed interpretazione dei risultati Stante quanto sopra, all’interno della cricca dei raccordi sono state rilevate tracce di sapone lubrificante generalmente cosparso sulle superfici dei semilavorati prima di procedere all’operazione di trafilatura. Tale situazione lascerebbe sospettare quindi che il difetto fosse presente, o parzialmente presente, durante la fase di trafilatura.
2005 Innovazione e ricerca come strumenti indispensabili per il rilancio economico. Termini importanti ed ampiamente utilizzati, ma che necessitano di sviluppi concreti e di una traduzione “operativa” nel contesto industriale. Il progetto Tech Cube nasce con lo scopo di rendere disponibili per il mercato italiano tecnologie e know-how di alto profilo provenienti da uno dei maggiori centri di eccellenza nella ricerca applicata a livello mondiale: il Consiglio Nazionale delle Ricerche del Canada. Grazie ad un accordo esclusivo di distribuzione, Zinco Service, azienda cresciuta nei servizi per il metalmeccanico, e AQM, centro per i servizi alle imprese operante da oltre 20 anni in Italia e all’estero, hanno dato vita al progetto Tech Cube, che ha sede presso AQM in Provaglio d’Iseo (BS). Le sinergie disponibili e le competenze diversificate, che caratterizzano i tre partner fondatori di Tech Cube, si traducono in una ricca offerta di tecnologie e servizi per le imprese che vogliono dare corpo concreto all’innovazione, adottando soluzioni ampiamente testate in campo industriale in Nord America e Asia. Si tratta in particolare di applicazioni nel controllo di processo e prodotto nei settori della siderurgia e delle materie plastiche. Accanto ad una gamma definita di sensori ultrasonici speciali (analoghi a quelli presentati nell’articolo del Prof.Jen), Tech Cube offre sistemi per il monitoraggio in continuo della composizione di bagni metallici fusi (Alluminio, Magnesio, Zinco e altri) e di colate di fonderia, nonché un gruppo innovativo di software simulativi per l’ottimizzazione dei processi di lavorazione delle materie plastiche (injection blow moulding, extrusion blow moulding, thermoforming, injection moulding). Grazie ai rapporti strutturati e continuativi con diverse equipe di ricercatori dell’Istituto di Materiali Industriali dell’ NRC, Tech Cube è inoltre in grado di sostenere le aziende italiane interessate allo svil
2005 MARTE E MARTE2: creazione di un modello scientifico di analisi organizzativa e di valutazione dei fabbisogni e delle competenze per favorire i processi di innovazione delle PMI bresciane, sia sotto il profilo tecnologico che organizzativo
2005 Predisposizione di un sistema integrato fotovoltaico - elettrolizzatore per la conversione dell’energia solare in idrogeno (IDEA PROGETTUALE) Circa il 65% dell’energia elettrica prodotta nel mondo (più del 75% nel caso dell’Italia) proviene da centrali termoelettriche. Gli impianti adibiti a questa funzione trasformano l’energia chimica di un combustibile in energia elettrica per mezzo di processi termofluidodinamici sfruttando il calore liberato nella combustione di una fonte fossile (carbone, gas naturale, oli combustibili). Si tratta di una tecnologia ampiamente consolidata che nell’ultima metà del secolo scorso ha registrato una rilevante crescita dei rendimenti di conversione. Tuttavia l’attuale sistema di produzione di energia elettrica potrebbe essere messo in discussione da una serie circostanze contingenti. Negli ultimi anni si è affermato il concetto che per ridurre i consumi energetici e i rischi di black- out nei Paesi industrializzati è fondamentale puntare sul miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e sulla generazione distribuita di energia elettrica. Le maggiori potenzialità per il futuro sembrano offerte dalle cosiddette “soluzioni integrate”, nelle quali siano adottate strategie progettuali che consentano l’inserimento in un unico sistema dei componenti attivi e dei servizi tecnologici, in modo da ottenere prestazioni ottimali. Si propone lo studio e la realizzazione prototipale di sistemi integrati fotovoltaico/idrogeno/fuel cells. Tali sistemi dovrebbero essere in grado: (1) di produrre energia attraverso sistemi fotovoltaici, (2) di utilizzare tale energia per la produzione di idrogeno, (3) di stoccare l’idrogeno con metodi efficienti e sicuri, (4) di distribuire l’idrogeno prodotto/stoccato o di utilizzarlo direttamente in sistemi fuel cells. I risultati degli studi di base verranno industrializzati e commercializzati dalle aziende coinvolte e da una nuova So
2005 Progettazione e realizzazione di sistemi integrati fotovoltaico - elettrolizzatore per la conversione dell ’energia solare in idrogeno" dimostrazione della fattibilità e la realizzazione di un elettrolizzatore innovativo dedicato all’utilizzo dell’energia fotovoltaica; progettazione e realizzazione di elementi fotogeneranti ad elevata integrabilità architettonica; realizzazione di un sistema integrato ben funzionante fotovoltaico/idrogeno;
2004 Il progetto prevede di sviluppare vetri fotovoltaici standardizzati e ottimizzati in termini di costo e di efficienza, adatti all’integrazione negli involucri di edifici moderni, considerato che questa tipologia di componente sembra offrire grandi potenzialità grazie alla larga diffusione nelle città contemporanee di architetture realizzate in vetro e metallo ed alla notevole libertà progettuale che consente. Pertanto anziché considerare l’efficienza tecnica (kwh/anno/m2) il progetto tende a migliorare l’efficienza economica (kwh/¤), puntando a ridurre l’attuale valore Kwh/¤ del 50%, attraverso la ricerca e la sperimentazione che giunga a definire un vetro fotovoltaico monolitico di alta efficienza economica, grazie anche alle tecniche di Robust design che saranno utilizzate per tutto lo sviluppo del progetto. L’obiettivo principale è dunque lo sviluppo di un componente industriale di altissimi volumi tali da soddisfare il mercato globale. Con la realizzazione del presente progetto si mira a definire, attraverso le fasi di ricerca e sperimentazione, il prodotto completando il lavoro con la definizione dei costi dettagliati dello stesso. Il lavoro si concluderà dunque con uno studio di fattibilità e un capitolato tecnico del nuovo prodotto e del business plan per il lancio del prodotto in fase di industrializzazione produttiva. Le fasi di ricerca e sviluppo del prodotto potranno essere svolte presso laboratori nazionali, dove già operano membri del team di sviluppo.
2004 Il progetto prevede di sviluppare vetri fotovoltaici standardizzati e ottimizzati in termini di costo e di efficienza, adatti all’integrazione negli involucri di edifici moderni, considerato che questa tipologia di componente sembra offrire grandi potenzialità grazie alla larga diffusione nelle città contemporanee di architetture realizzate in vetro e metallo ed alla notevole libertà progettuale che consente. Pertanto anziché considerare l’efficienza tecnica (kwh/anno/m2) il progetto tende a migliorare l’efficienza economica (kwh/¤), puntando a ridurre l’attuale valore Kwh/¤ del 50%, attraverso la ricerca e la sperimentazione che giunga a definire un vetro fotovoltaico monolitico di alta efficienza economica, grazie anche alle tecniche di Robust design che saranno utilizzate per tutto lo sviluppo del progetto. L’obiettivo principale è dunque lo sviluppo di un componente industriale di altissimi volumi tali da soddisfare il mercato.
2004 Ricerca dell’origine di difetti in anelli speciali, fucinati e laminati, impiegati in settore petrolchimico. OGGETTO DELLA RICERCA Anelli in acciaio speciale 100CrMo7, fucinati e laminati, affetti dalla presenza di difetti interni, rilevati mediante controllo ultrasonoro, e da difetti superficiali, rilevati mediante controllo magnetoscopico, al termine del ciclo di produzione. Tali difetti risultano classificabili come cavità e/o porosità localizzate. Dimensione massima degli anelli Øe 743, Øi 675 ed altezza 71 mm. PIANO DI INDAGINE METALLURGICA: Esami microscopici, macroscopici, micrografici, macrografici, approfondimento, mediante la conduzione di fucinatura e laminazione a caldo di nuovi tondi
2004 Triple Helix - Regional framework Operation STIMENT Interreg IIIC - modello di approccio e gestione di collaborazione tra università, centri di ricerca, attori finanziari e PMI
2003 AGEVOLAZIONI RISERVATE AGLI ARTIGIANI DEL SETTORE METALMECCANICO PER SERVIZI DI LABORATORIO E QUALIFICAZIONE IN SALDATURA: Progetto che ha permesso a circa 20 imprese artigiane di usufruire per tutto il 2003 di un pacchetto di servizi di laboratorio AQM e qualificazione di operatori e procedure in saldatura a condizioni estremamente vantaggiose. L’obiettivo del progetto era che le aziende artigiane potessero instaurare in azienda una verifica sistematica dei propri prodotti tramite controlli a campione del materiale in accettazione, durante una fase intermedia della lavorazione e/o prima dell’immissione sul mercato per garantire la conformità dei prodotti a quanto stabilito dal contratto col committente, prevenire non conformità, apportare modifiche di prodotto e/o processo, diagnosticare in tempo utile eventuali difetti e rispettare le norme di riferimento.
2003 Corretto controllo di gestione finalizzato al miglioramento delle prestazioni aziendali per artigiani. Sostegno alla crescita dell’artigianato al fine di accrescere le competenze economico- finanziarie e gestionali ed impostare un corretto sistema di contabilita’ analitica, rivolto a 15 aziende artigiane.
2003 OGGETTO: bussole in ottone OT-63, nuove, crimpate e rotte. OGGETTO DELLA RICERCA Verificare le caratteristiche di composizione chimica, dello stato tensionale interno mediante rilievo in diffrattometria RX e prove di tensocorrosione. Verificare eventuali differenze microstrutturali tra i campioni, per indagare sulle cause che hanno originato le fratture di alcune boccole. INFORMAZIONI TRASMESSE INERENTI ALLA PRODUZIONE DEGLI ANELLI Alcune bussole, utilizzate nel campo idrosanitario, si sono fratturate durante l’innesto all’estremità dei tubi idraulici. PIANO DI INDAGINE METALLURGICA Sono stati eseguiti i seguenti esami: analisi chimica, prove di microdurezza, esame macroscopico e macrofrattografico, misurazione delle tensioni residue mediante difrattometria RX, prove di tensocorrosione in ammoniaca e nitrato mercuroso, esame microfrattografico in microscopia elettronica a scansione (SEM) e microanalisi EDS, esami micrografico.
2003 Ricerca per la costruzione industriale di marker con la finitura adatta al sistema per il rilievo necessario per la predisposizione dell’implantologia; La metodologia che abbiamo sviluppato, in collaborazione con lo studio dentistico che ha avuto l’idea, ha portato dei buoni risultati sia in termini di precisione che di facilità di applicazione.
2002 OGGETTO DELLA RICERCA Ricercare le cause dell’insorgenza delle cricche osservate sui pezzi al termine della cromatura. PIANO DI INDAGINE METALLURGICA Al fine di verificare la natura dei difetti, sono stati eseguiti i seguenti esami: controlli liquidi penetranti, analisi chimica, esame macroscopico, esami micrografici, prova di corrosione. Le prove sono state condotte per i rubinetti nei n°4 stadi del ciclo di produzione. I difetti lamentati si sono ragionevolmente originati prima della fase di cromatura a causa di uno stato tensionale critico presente all’interno dei pezzi stessi, ed indotto dalla successione delle fasi del ciclo di produzione.
2002 OGGETTO: billette Ø 155 mm, in lega d’alluminio 6060. OGGETTO DELLA RICERCA Controllare le caratteristiche metallurgiche delle tre billette, omogeneizzate in forni diversi, ed indagare sulle cause che hanno determinato la diversa estrudibilità. Per l’interpretazione e comparazione dei risultati ottenuti, gli esami e le prove meccaniche condotti anche su una billetta effettivamente caratterizzata da un’ottima estrudibilità alla pressa. PIANO DI INDAGINE METALLURGICA Al fine di verificare le caratteristiche metallurgiche delle billette, sono stati eseguiti i seguenti esami:determinazione di sodio (Na) e calcio (Ca), ritenuti significativi per l’influenza in estrusione; prove di trazione a caldo; prove di durezza; esami macrografici; esami micrografici.
Mostra gli elementi supplementari
Esistono partner/clienti con/per i quali il centro ha realizzato progetti di R&TT negli ultimi 5 anni?
Descrizione
ENEA
Politecnico di Torino
Politecnico di Milano DIP. AEROSPACE E MECCANICA
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA
UNIVERSITA' CATTOLICA
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRENTO
STAZIONE SPERIMENTALE DEL VETRO
GEFRAN SPA
METRA SPA
PINTI INOX SPA
SICCET SRL
PALAZZOLI SPA
OLTRE 600 CLIENTI/anno per qualificazione nuovi prodotti/processi/faylure analysis
associazione artigiani
Politecnico Milano - Dip. Energetica
università degli studi di Brescia Dip. ingegneria meccanica e università degli studi di Trento dip. ingegneria dei materiali
Umea University (Svezia) Poznan Science and Tecnological Park (Polonia) Kalisz Entrepreneurship Incubator (Polonia) Agropoli
Lulea University of Tecnology (Svezia), Oy Tawasta OS Technologies (Finlandia), Fundacja Kaliski inkubator (polonia) Umea -B
Consiglio Nazionale delle Ricerche del Canada
Politecnico di Torino, ENEA Ente per le Nuove Tecnologie, l' energia e l' ambiente, Stazione Sperimentale del Vetro, Univers
CESTEC
SISTEMA BRESCIA contratto di rete tra AQM, CSEAB, CSMT, Isfor 2000 e Università e Impresa
CSA Group (ente canadese) per la certificazione dei prodotti del settore plumbing per i mercati nord americani.
Lombardia Aerospace Cluster
Associazione cluster lombardo della mobilità
IIW (international Institute of Welding) e EWF (European Welding Federation)
ROBBY MOTOENGINEERING
ASM INTERNATIONAL American Society for Metals.
ORGOGLIO BRESCIA per attività di ispezione nella costruzione dell'Albero della Vita
ASSOCIAZIONE INDUSTRIALE BRESCIANA
CSMT GESTIONE SCARL
ECOLE Polytechnique Montréal (BRCDT) per contratto di ricerca collaborativa con missione di una ricercatrice in Italia per almeno 6 mesi (progetto TEPS)
Mostra gli elementi supplementari
Esistono collaborazioni, accordi, reti, convenzioni per la R&TT attive nel 2015?
Descrizione
Accordo con Lucchini RS, CRC e CF Gomma per utilizzo loro laboratori a completamento dei servizi disponibili
Accordo con UNI e CEI per la divulgazione di normazione tecnica
Accordo di collaborazione con ANIMA, Associazione Artigiani e Associazione industriali Bresciana
Accordo di collaborazione con CSI, primario centro di prove e certificazioni
Accordo di collaborazione con Kilometro Rosso
ATS con CCIAA, Provincia di Brescia, Compagnia delle opere, Confartigianato, AIB, Università di Brescia, Università Cattolica e primari enti di formazione per lo sviluppo del Polo Formativo
ATS con Centro servizi multi settoriale (CSMT) nell'ambito del progetto Metadistretti ID 69
Contratti con Politecnico di Milano, Università degli studi di Brescia e di Trento per lo sviluppo di particolari progetti
Contratto con Istituto Italiano della Saldatura quale Centro di Eccellenza
qualificazione da parte di CSA International per la Witnessed Manufacturers Testing for Certification Program finalizzata alla certificazione dei prodotti del settore plumbing per i mercati nordamericani
partecipazione nel Comitato Pressofusione di AIM (associazione Italiana di Metallurgia)
socio ordinario del Distretto aerospaziale della Lombardia; attiva collaborazione nello sviluppo di progetti del Nucleo Tecnico Scientifico
adesione all'Associazione cluster lombardo della mobilità
Accordo di collaborazione con ASM International
Contratto di consulenza di direzione con CSMT Gestione Scarl
contratto con ECOLE POLYTECHNIQUE MONTREAL per messa a disposizione ricercatore per shot peening
accordo con CSMT gestione per la progettazione e la gestione della prima HPDC School (Scuola di pressocolata) in Italia, con patrocinio NADCA North American Die Casting Association, Assomet, Assofond e DIMI Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale dell’Università degli Studi di Brescia.
accordo con Wenzel Group (D) per potenziamento sala metrologica con 2 macchine di misura a coordinate (CMM) e un evolventimetro
accordo con Fabbrica d'armi Beretta per la tomografia virtuale
Mostra gli elementi supplementari
Il soggetto ha partecipato in passato a programmi europei o internazionali di ricerca e innovazione
No
Il soggetto è interessato a partecipare alle call di Horizon 2020?
Temi di interesse di Horizon 2020
1. Leadership in enabling and industrial technologies
    1.2. Nanotechnologies, Advanced materials, Biotechnology, Advanced Manufacturing and Processing
        1.2.2. Advanced materials
        1.2.4. Advanced Manufacturing and Processing
        1.2.6. PPP Factories of the Future (FoF)
        1.2.7. PPP Sustainable Process Industries (SPIRE)
2. Societal challenges
    2.3. Secure, Clean and Efficient Energy
        2.3.1. Reducing energy consumption and carbon footprint
        2.3.3. Alternative fuels and mobile energy sources
        2.3.7. Smart Cities & Communities
    2.4. Smart, Green and Integrated Transport
        2.4.1. Develop resource efficient transport vehicles and infrastructures that respects the environment
        2.4.4. Reinforce the competitiveness and performance of European transport manufacturing industries and related services including logistic processes
    2.5. Climate Action, Environment, Resource Efficiency and Raw Materials
        2.5.3. Sustainable supply and use of raw materials
Totale individui/teste 2015 del CRTT
59
Totale addetti del centro in equivalente a tempo pieno 2015
55,00
• ricercatori
16,00
• addetti specificatamente al tt e supporto al tt
26,00
Possiede e/o ha in dotazione attrezzature tecnico-scientifiche qualificanti:
Nome Descrizione Quale funzione e/o servizio esercita l'attrezzatura? Tipologia di soggetti terzi che possono richiedere l'accesso all'attrezzatura
microscopio elettronico a scansione STEREOSCAN 360 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
apparecchiatura per prove accelerate di resistena alla luce solare con controllo d'umidità SOLARBOX Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
Camere climatiche WEISS e ANGELANTONI Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
"Macchina per prove d'urto a massa sollevata TLGB Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
Banco prova rubinetti e componenti plumbing secono EN 817 e ASME A112.18.1-2005/CSA B125.1-051 twins TB 4 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
Macchina prova d'urto a massa battente TLGB Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
Banco prova valvole gas secondo EN 331 TWINS TB1 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
Analizzatore ossigeno/azoto LECO TC 136 Attrezzatura per analisi, test e misura
Spettrofotometri AAS Perkin Elmer 3100 e 722 Grating Global Scientific Attrezzatura per analisi, test e misura
Analizzatore LECO CS 444 C/S Attrezzatura per analisi, test e misura
ICP MASSA NEXION 300 (modello MASW1033677) corredato di auto campionatore S10 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
ICP OTTICO modello OPTIMA 8000 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
TURBIDIMETRO E FOTOMETRO PER CLORO LIBERO E TOTALE HANNA HI 93414 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
laboratorio NCTL per prove di corrosione NACE SCC TEST E HIC TEST CORTEST Attrezzatura per analisi, test e misura
MICROSCOPI METALLOGRAFICI LEICA Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
Polimentatrice automatica robotizzata Presi MECAPOL AUTOMATIC 300 Attrezzatura per analisi, test e misura
Macchine di trazione GALDABINI ZWICK INSTROM Attrezzatura per analisi, test e misura
bunker radiografico apparecchiature RX GMF 305PD Attrezzatura per analisi, test e misura
STRUMENTO ANALITICO SPETTROGRAFO ARL Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
MAGNETOSCOPIO MAGISCOP TIPO CEMSA FOS 1200 COMPACT Attrezzatura per analisi, test e misura
ANALIZZATORI METALLI SPETTROMETRI ARL - SPECTRO - PERKIN ELMER Attrezzatura per analisi, test e misura
RILEVATORI ULTRASUONI GILARDONI - SEMAT - PACKAGE US PHASOR Attrezzatura per analisi, test e misura
SOLARBOX COFOMEGRA Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
IMPIANTO RADIOSCOPIA GILARDONI Attrezzatura per analisi, test e misura
ATTREZZATURA PER CONTROLLO LIQUIDI PENETRANTI CGM Attrezzatura per analisi, test e misura
RUGOSIMETRI TAYLOR H FORM SURF INTRA-ULTRA Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
APPARECCHIO ULTRASUONI TOFD E CONV OMNISCAN Attrezzatura per analisi, test e misura
ATTREZZATURA SERVOIDRAULICA PER PROVE FATICA SU ASSIALI INSTROM Attrezzatura per analisi, test e misura
CALIBRATORE TRANSMILLE Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
VIDEOENDOSCOPIO IT CONCEPTS IRIS 46-30 DVR5 Attrezzatura per analisi, test e misura
MACCHINA DI TRAZIONE INSTROM Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
macchina prova materiali INSTRON 5985 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
PENDOLO PER PROVE INSTRON MPX 750 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
SPETTROMETRO + AUTOCAMPIONATORE OPTIMA 8300 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
CAMERA PER NEBBIA SALINA (N. 2) DCTC 1200P Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
VIDEOENDOSCOPIO IT CONCEPTS IRIS 46-30 DVR5 Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi; Attrezzatura per modellizzazione e simulazione
SPESSIMETRO ELETTRONICO DUALSCOPE Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
APPARECCHIO ULTRASUONI KTAUTKRAMER Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
VIRTUAL METROTOM TOMOGRAFIA VIRTUALE Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi; Attrezzatura per modellizzazione e simulazione
PHASED ARRAY TOFD con sonde PA, sonda rotante e carrello magnetico apparecchiature digitali a ultrasuoni dotate di sistemi di scansione meccanizzati, automatici per prove non distruttive. Un’altissima velocità d’acquisizione ed elaborazione dati permette di registrare ogni singola fase dell’esame ed esportarla mediante CompactFlash card. Alcune caratteristiche importanti, introdotte con queste nuove tecnologie, permettono di sostituire la tecnica radiografica, in particolar modo per il controllo delle saldature circonferenziali di tubazioni o di recipienti a pressione. Confrontando i risultati che si ottengono con una radiografia, in relazione alle esperienze acquisite con la sperimentazione, gli ultrasuoni automatici meccanizzati risultano affidabili, veloci, e migliorano il rilevamento di difetti critici, senza imenticare che non richiedono radioprotezione poiché trattasi d’onde meccaniche. Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi; Attrezzatura per modellizzazione e simulazione
impianto UT a immersione Sistema automatico ultrasuoni in immersione per il controllo di particolari in trasmissione Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi; Attrezzatura per modellizzazione e simulazione
Estensimetro COD per CTOD Prove di tenacità a frattura (CTOD) Test for Crack-Tip opening Displacement (CTOD) Fracture Toughness Measurement ((1,25 ÷ 250 kN)) secondo ASTM G39-99 (2011) Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi; Attrezzatura per modellizzazione e simulazione
macchina di misura a coordinate CMM 2 macchine premium accuracy WENZEL dotate di tutti i software hardware e accessori per controli dimensionali, permettendo la misurazione di componenti fino a 1000x2000x800 mm. Le CMM sono dotate di teste laser per la scansione ottica senza contatto per eseguire ocntrolli complessi ad alta velocità e rapida possibilità di reverse engineering Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi; Attrezzatura per modellizzazione e simulazione
evelventimetro WGT 400 Wenzel, per la misurazione e caratterizzazione delle ruote dentate Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi; Attrezzatura per modellizzazione e simulazione
Mostra gli elementi supplementari
Il CRTT accede in convenzione ad attrezzature tecnico-scientifiche?
Nome Descrizione Quale funzione e/o servizio esercita l'attrezzatura?
tomografia METROTON ZEISS Attrezzatura per analisi, test e misura; Attrezzatura per sviluppo prodotti/processi
Vi sono eventuali attrezzature scientifiche alle quali vorrebbe accedere?
No
Possiede e/o ha in dotazione infrastrutture tecnico-scientifiche qualificanti: censite nella "Roadmap MIUR" o aderenti "ESFRI" (European Strategy Forum of Research&Innovation)?" e/o a funzione di servizio per soggetti terzi?
No
Il CRTT accede in convenzione a infrastrutture tecnico-scientifiche?
No
Vi sono eventuali infrastrutture scientifiche alle quali vorrebbe accedere?
No
Ambiti tecnologici
  • ELETTRONICA, IT E TELECOMUNICAZIONI
  • Progettazione e modellazione/ prototipazione
  • Stampa 3D
  • Automazione di processi
  • Progettazione veicoli
  • Fuel cell
  • Gestione energetica
  • Chimica
  • Chimica analitica
  • Strumenti di misurazione
  • standard di qualità
  • Sicurezza
  • Sicurezza acustica
  • E-learning
  • PRODUZIONE INDUSTRIALE, MATERIALI E TRASPORTI
  • Produzione industriale
  • Rivestimenti
  • Veicoli ibridi e elettrici
  • Aerei
  • Ingegneria di impiantistica
  • Produzione, trasmissione e conversione di energia
  • Qualità e sicurezza alimentare
  • Microbiologia/ tossicologia/ qualità di controllo alimentare
  • Metodi e apparecchiature di analisi/ collaudo
  • Standard tecnici
  • Valutazione di rischi ed impatto ambientale
  • Ambiente
  • Formazione e formazione professionale
  • Sistemi e elaborazione dati, workflow
  • Controllo di processi e logistica
  • Integrazione di componenti
  • Elicotteri
  • ALTRE TECNOLOGIE INDUSTRIALI
  • Ottimizzazione processi, utilizzo rifiuti - calore
  • Chimica inorganica
  • Prove su materiali chimici
  • Tecnologie di sicurezza antiincendio
  • Applicazioni IT e telematici
  • Lavorazioni per asportazione, Rimozione (elettroerosione, taglio con fiamma, laser, ...)
  • Supply chain
  • Progettazione e manutenzione impianti
  • Veiocoli stradali
  • ENERGIA
  • Fotovoltaico
  • Tracciabilità alimentare
  • Multimedia
  • Trasformazione per deformazione plastica
  • Materiali compositi
  • Fonti di energia rinnovabili
  • SCIENZE FISICHE E ESATTE
  • Materiali di riferimento
  • Indurimento, trattamento con calore
  • Prototipi, sperimentazione e schemi pilota
  • Biogas e digestione anaerobica (AD)
  • Standard
  • Ecologia
  • Tecniche di accoppiamento (rivettatura, avvitatura, incollaggio)
  • Tecnologie di materiali
  • Efficienza energetica
  • Ingengeria/ tecnologia ambientale
  • Saldatura
  • Ferro e acciaio
  • Energia eolica
  • AGROINDUSTRIA
  • Macchine utensili
  • Tecnologie di trasporti e spedizioni
  • Sensori per macchine e trasporti
  • MISURAZIONI E STANDARD
  • Sistemi di Gestione Qualità
  • Lavorazioni meccaniche (tornitura, foratura, taglio)
  • Metalli e leghe
  • Costruzioni leggere
  • Elettrodomestici
  • Collaudo di materiale tecnico
  • PROTEZIONE DELL'UOMO E DELL'AMBIENTE
  • Sistemi di gestione del mantenimento
  • Metalli non-ferrosi
  • Tecnologie aerospaziali
  • INTERESSI SOCIALI ED ECONOMICI
  • Sistemi di pianificazione e programmazione delle operazioni
  • Ingegneria automotive
  • sistemi didattici
  • Fusione, pressofusione, sinterizzazione
  • Estrusione
  • Plastiche, polimeri
  • Knowledge Management, Gestione Processi
  • Trattamenti superficiali di finitura (verniciature, galvanica, lucidatura, CVD, ecc.)
  • Proprietà dei Materiali, Corrosione/ degradazione
  • Valutazione di ciclo di vita
  • Simulazione
  • Analisi delle gestione del rischio
  • Gomma
  • Igiene al posto di lavoro e Gestione Sicurezza
  • Attrezzature di misurazione
  • Nanomateriali
  • Propulsori e telai
  • Sistemi di freni
Totale ricavi/entrate 2015 del CRTT
€ 6.012.050,00
Totale ricavi/entrate per attività su commessa di R&TT 2015
€ 3.999.594,50
Utlimi brevetti
Numero di spin-off 2015
Numero di clienti dei "servizi di laboratorio" nell'anno 2015
632
Numero di clienti del servizio “progetto e sviluppo” nell'anno 2015
211
Numero di aziende ospitate nell'anno 2015
Sede del crtt
Edison 18
25018 PROVAGLIO D'ISEO BS Italia
Telefono: 030.9291780
Fax: 030/9291777
nadiazilio@aqm.it