logo regione

DIPARTIMENTO DI BIOTECNOLOGIE E SCIENZE DELLA VITA - DBSV – UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELL'INSUBRIA

Dipartimento, Istituto, Centro universitario o interuniversitario

Denominazione
DIPARTIMENTO DI BIOTECNOLOGIE E SCIENZE DELLA VITA - DBSV
Struttura di riferimento
UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELL'INSUBRIA
Sito web
HTTP://www.uninsubria.it/uninsubria/dipartimenti/dbsm.html
Organismo di ricerca
Cluster Tecnologici Lombardi di appartenenza
  • Cluster di Alta Tecnologia Agrifood Lombardia (CAT.AL)
  • Lombardy Green Chemistry Association (LGCA)
  • Cluster Lombardo Scienze della Vita
Descrizione attività

Le biotecnologie rappresentano un settore cruciale della biologia moderna, in rapido sviluppo sia sotto il profilo teorico, sia sotto quello applicativo. Le tecniche utilizzate appartengono a tutti i settori delle Scienze della Vita, e hanno l'obiettivo di mettere a punto un "bioprodotto” ovvero di migliorare la qualità della vita stessa. I recenti progressi tecnologici hanno permesso l'applicazione a costi accessibili (e con attrezzature in larga misura automatizzate) di metodiche di genetica, biochimica, biologia molecolare e cellulare, che fino ad alcuni decenni fa erano riservate ad istituzioni privilegiate. Da questo punto di vista le biotecnologie dimostrano una stretta correlazione con l'innovazione tecnologica e con la ricerca e l'applicazione medica. Il DBSV coordina gruppi di studiosi accomunati dall'interesse in settori di ricerca che implicano l'uso di tecnologie avanzate e che producono risultati con possibili applicazioni innovative in campo industriale e medico-farmaceutico e che impiegano tali tecnologie e i risultati da esse derivate per la cura e la prevenzione di patologie. Vi afferiscono medici, chirurghi, biochimici, biologi cellulari e genetisti, microbiologi oltre ad esperti di biologia vegetale ed animale, ecobiologia e ittiologia. Le tecniche utilizzate sono numerose: tra queste possiamo ricordare l'amplificazione, il sequenziamento ed il riconoscimento genico e le manipolazioni genomiche per l'inserimento e l'espressione di geni o parti di operoni in genomi estranei; la purificazione di proteine wild-tipe o ricombinanti, il loro studio mediante tecniche di proteomica che ne permettono l'identificazione, il sequenziamento e la caratterizzazione strutturale e funzionale. Avvalendosi di tali tecnologie, integrate da applicazioni di tipo bioinformatico, tematiche di notevole attualità anche molto differenti tra loro sono affrontate in chiave moderna. - Nell'ambito della biochimica delle proteine sono studiati numerosi enzimi, in particolare ad attività ossidasica (flavoproteine), responsabili di reazioni catalitiche diverse. Queste proteine hanno numerosi impieghi: da quello industriale (ad esempio per la produzione di nuovi antibiotici), a quello clinico (per la determinazione del colesterolo), a quello medico (per il possibile coinvolgimento in malattie mentali o neurologiche umane). Un aspetto innovativo di queste ricerche riguarda l'evoluzione di nuove attività enzimatiche mediante ingegneria proteica "sito diretta” o "casuale”. Inoltre, due ipotesi di recente avanzate hanno aperto nuove prospettive nel campo di indagini biomediche delle ricerche sulla D-Aminoacid oxidase (DAAO), un flavoenzima da alcuni anni studiato presso il locale laboratorio. L'una riguarda il possibile ruolo della D-serina come substrato fisiologico della DAAO umana nel cervello, l'altra le interazioni fra la DAAO stessa e la proteina umana pG72 (di soli 18 kDa), espressa specificamente nel cervello e geneticamente legata all'insorgenza di schizofrenia. Entrambe le ipotesi attendono chiarimenti sia strutturali, sia funzionali. (Laboratorio di Post-Genomica Funzionale ed Ingegneria Proteica) -Il Laboratorio di Biotecnologie Microbiche con la Prof.ssa Flavia Marinelli ha i seguenti obiettivi di ricerca: 1) l'individuazione e lo studio delle potenzialità biotecnologiche di microrganismi non comuni e/o di recente isolamento ed il miglioramento di microrganismi già industrialmente rilevanti, con particolare attenzione agli actinomiceti; 2) lo sviluppo del processo fermentativo per la produzione di metaboliti o proteine da ospiti nativi o eterologhi. I laboratori sono in corso di installazione e tre nuovi fermentatori da 3 litri saranno presto operativi affiancandosi al fermentatore già presente ed utilizzato per la produzione di proteine eterologhe.

Servizi offerti al mercato
Ricerca
    Ricerca di base
    Ricerca applicata
Trasferimento tecnologico
    Servizi di laboratorio
        Analisi
        Prove e misure
    Progetto e sviluppo
        Sviluppo sperimentale e prototipale
Servizi ausiliari alla R&TT
    Osservatori, studi, monitoraggio tecnologie
    Consulenza
        Consulenza tecnico-scientifica
Settori scientifico-tecnologici
1 Agricoltura, Biologia & Scienze Ambientali
    1.3 Scienze Animali
    1.4 Scienze Acquatiche
    1.5 Biologia
    1.6 Biotecnologia e Microbiologia Applicata
3 Medicina Clinica
    3.24 Chirurgia
Settori scientifico-tecnologici aggiuntivi




Informazioni aggiuntive: file
Nessuno
Progetti 2015 2014 2013
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali presentati come partner 5 5 8
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali presentati come capofila 3 5 5
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali ammessi a finanziamento in cui partecipa come partner 0 0 1
N. progetti di R&TT relativi a bandi europei/internazionali ammessi a finanziamento in cui è capofila 0 0 0
Periodo Descrizione
2012-2016 ARRAINA "ADVANCED RES. INITIATIVES FOR NUTRITION & AQUACULTURE" FP7 GRANT AGREEMENT N. 288925
2012-2015 Projet ZEPHYR-308313 FP7-ENV-2012 EUROPEAN COMMISS
2009-2014 Metaexplore: tools for Bioexploration
Esistono partner/clienti con/per i quali il centro ha realizzato progetti di R&TT negli ultimi 5 anni?
Descrizione
Farmhispania-Iberofar
Resindion
Sunovion
Multimedica
Topflight
LINNEA SA (CH)
BIOVET AD
GENERALI INNOVATION CENTER FOR AUTOMOBILE REPAIRS S.C.A.R.L.
FATTORIA DEL PESCE
Consiglio di Ricerca per la Sperimentazione in Agricoltura – Centro/Unità di Apicoltura e Bachicoltura di Bologna CRA-API
Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg
University of Florida Miami USA
Silea SpA
Isagro SpA
Chirotech
A.C.R.A.F. Angelini SpA
VRM srl
Mostra gli elementi supplementari
Esistono collaborazioni, accordi, reti, convenzioni per la R&TT attive nel 2015?
Descrizione
Consorzio Italbiotec
Consorzio IBIOCAT
Consorzio CIB
Il soggetto ha partecipato in passato a programmi europei o internazionali di ricerca e innovazione
Il soggetto è interessato a partecipare alle call di Horizon 2020?
Temi di interesse di Horizon 2020
1. Leadership in enabling and industrial technologies
    1.2. Nanotechnologies, Advanced materials, Biotechnology, Advanced Manufacturing and Processing
        1.2.1. Nanotechnologies
        1.2.3. Biotechnology
Totale individui/teste 2015 del CRTT
160
Totale addetti del centro in equivalente a tempo pieno 2015
133,00
• professori ordinari
15,00
• professori associati
19,00
• ricercatori di ruolo, ricercatori non confermati e ricercatori a tempo determinato
20,00
• assegnisti post dottorato, borsisti post dottorato e assegnisti di ricercad
23,00
• assegnisti di ricerca dottorandi
0,00
• dottorandi non assegnisti di ricerca
40,00
• con borsa
38,00
• addetti specificatamente al tt e supporto al tt
0,00
2015 2014 2013
Numero di borse di Dottorato di Ricerca finanziate da enti esterni, non universitari, al CRTT 0.00 0.00 1.00
Possiede e/o ha in dotazione attrezzature tecnico-scientifiche qualificanti:
Nome Descrizione Quale funzione e/o servizio esercita l'attrezzatura? Tipologia di soggetti terzi che possono richiedere l'accesso all'attrezzatura
microscopi elettronici microscopio elettronico a trasmissione mod.1010 ditta JEOL
HPLC HPLC ditta JASCO
Sequenziatore di proteine Sequenziatore di proteine ditta JASCO
LXQ MS SISTEM W/ION MAX S AND CMPTR LXQ MS SISTEM W/ION MAX S AND CMPTR ditta THERMO FISHER
Sistema Cromatografico LC-4000 - Marca: Jasco Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC) Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC) La cromatografia in fase liquida viene utilizzata per la separazione di miscele complesse di molecole e/o biomolecole. Riducendo il diametro delle particelle
Mostra gli elementi supplementari
Il CRTT accede in convenzione ad attrezzature tecnico-scientifiche?
No
Vi sono eventuali attrezzature scientifiche alle quali vorrebbe accedere?
No
Possiede e/o ha in dotazione infrastrutture tecnico-scientifiche qualificanti: censite nella "Roadmap MIUR" o aderenti "ESFRI" (European Strategy Forum of Research&Innovation)?" e/o a funzione di servizio per soggetti terzi?
Il CRTT accede in convenzione a infrastrutture tecnico-scientifiche?
Vi sono eventuali infrastrutture scientifiche alle quali vorrebbe accedere?
Ambiti tecnologici
  • ELETTRONICA, IT E TELECOMUNICAZIONI
  • Applicazione per la salute
  • Medicina e salute umana
  • Biochimica/ biofisica
  • Sicurezza e sistemi
  • Acquacoltura
  • Biologia/ Biotecnologia
  • Biologia cellulare e moleculare
  • Ambiente
  • Risorse marine, pescherie
  • Applicazioni IT e telematici
  • Ingegneria delle proteine
  • Micro- e nanotecnologia relativa alle scienze biologiche
  • E-salute
  • SCIENZE BIOLOGICHE
  • Biotecnologia industriale
  • Nanomateriali biologici
  • RISORSE AGRICOLE E MARINE
  • Misurazione e detezione di inquinamento
  • PROTEZIONE DELL'UOMO E DELL'AMBIENTE
  • Fermentazione
  • Ricerca medica
  • Neurologia, ricerca cerebrale
  • Chirurgia
Totale ricavi/entrate 2015 del CRTT
Totale ricavi/entrate per attività su commessa di R&TT 2015
€ 427.373,00
Numero di clienti dei "servizi di laboratorio" nell'anno 2015
15
Numero di clienti del servizio “progetto e sviluppo” nell'anno 2015
0
Sede del crtt
VIA J.H. DUNANT 3
21100 VARESE VA Italia
Telefono: 0332421392
Fax: 0332421326
adriana.jacona@uninsubria.it