Blog
Ordina per
Chiudi
Info post
Pubblicato il 11/05/2010, 17:06
Visualizzato 1228 volte
Inviato da Antonio Santangelo

Schermata_2010-05-11_a_14.54.11

 

Nell'ultima Mc Kinsey Global Survey vengono individuate cinque forze che stanno rimodellando l'economia internazionale:

  • crescita dei Paesi in via di sviluppo (PVS)
  • produttività del lavoro e utilizzo dei talenti
  • globalizzazione delle merci, dell'informazione e dei capitali
  • gestione delle materie prime
  • crescente ruolo dei governi

La crescita della produttività del lavoro è problema critico sia per le economie occidentali, sia per i PVS. Le carenze maggiori, secondo gli intervistati di Mc Kinsey, si avranno tra i manager, gli addetti alla R&D e i responsabili delle strategie.

Chiudi
Info post
Pubblicato il 10/05/2010, 15:32
Visualizzato 713 volte
Inviato da Antonio Santangelo

Dalla Sardegna un passo in avanti fondamentale nella conoscenza della sclerosi multipla. Grazie ad un consorzio di ricerca sardo formato dall’Istituto di neurogenetica e neurofarmacologia (Inn) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dalle Università di Cagliari e Sassari, dalle aziende ospedaliere di Cagliari, Sassari e Ozieri, e dal CRS4 (Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna), è stata identificata una variazione del gene CBLB che aumenta il rischio di sviluppare la malattia.

La sclerosi multipla è causata dal processo autodistruttivo con cui il nostro apparato immunitario aggredisce la mielina, la guaina con funzioni isolanti fondamentale per la conduzione dell’impulso nervoso e per il funzionamento delle cellule del sistema nervoso centrale.

Chiudi
Info post
Pubblicato il 04/05/2010, 12:15
Visualizzato 1151 volte
Inviato da Antonio Santangelo

David Weinberger è andato alla Berkman ad ascoltare Beth Noveck, chief technology officer per l'open government di Obama, e ne ha dato conto con il liveblogging. Noveck ha lanciato, nel 2008, un progetto ingegnoso: il crowdsourcin della valutazione dei brevetti, Peer to patent, utilizzando il metodo delle peer review.

La valutazione è mestiere gravoso per la molteplicità delle domande e la loro varietà; non è possibile che i funzionari del Patent Office siano esperti di tutto. Per questo Noveck è ricorsa alla collaborazione di massa, aprendo un sito in cui ingengneri, scienziati, ma anche cittadini comuni possono contribuire alla valutazione di una proposta di brevetto.

Per queste idee, probabilmente, Noveck è stata scelta. E lei racconta dell'iniziativa del suo presidente per rendere più trasparente e partecipato l'esercizio del potere. E per far questo si organizzano conferenze per decidere come coinvolgere il pubblico attivo. Anche questa è open innovation

NB: c'è una notazione che mi era sfuggita, la differenza tra partecipazione e collaborazione. Nel primo caso si invita la gente a discutere, nel secondo si invitano le persone ad agire in una direzione comune. Significativo.

Chiudi
Info post
Pubblicato il 26/04/2010, 16:30
Etichette: Biotech, Italia, Report
Visualizzato 1416 volte
Inviato da Antonio Santangelo

E' stato presentato oggi a Milano il Rapporto ERNST & YOUNG – Assobiotec “Biotecnologie in Italia 2010”, realizzato in collaborazione con Farmindustria e l’Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE). Il Rapporto offre una aggiornata fotografia del comparto biotecnologico, analizzandone i trend di sviluppo e i settori emergenti, oltre che i punti di forza e di debolezza.

Di seguito il comunicato di Assobiotec e Farmindustria:

319 imprese, per lo più costituite tra la fine degli anni ’90 e l’inizio del 2000, originate prevalentemente come start-up (nel 53% dei casi) e spin-off accademici (24%); predominano le cosiddette “pure biotech”, 187 imprese, che hanno nelle biotecnologie il proprio core business: tra queste spiccano le micro (41%) e le piccole realtà (27%). Emergono per numerosità le aziende dedicate alla cura della salute (red biotech), ben 197 (pari al 61% del totale), dato in linea con la media europea, mentre i settori di applicazione white (biotecnologie industriali - 7%) e green (biotecnologie agro-alimentari - 13%), rivelano un peso percentuale superiore alla media europea.  

Pubblicato il bando per la VI edizione del premio nazionale per tesi di laurea conseguita dopo il 31 agosto 2009 su studi sull’ambiente e il territorio. Il Premio, il cui contributo sarà di € 2.000, verrà conferito nel corso della 14a Conferenza Nazionale ASITA (9-12 novembre, Brescia).  Dettagli e informazioni sul bando al seguente indirizzo web: http://milano.irea.cnr.it/premio_Eugenio/premio10.htm

Per onorare la memoria di Eugenio Zilioli, già responsabile della Sezione di Milano, l'Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell'Ambiente (IREA) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) bandisce un premio per una tesi di laurea sviluppata sui temi di pertinenza dell'Istituto. 
Il premio per l'anno 2010 è di € 2.000 (pari contributo di CNR-IREA e ASITA) e riguarderà una tesi, conseguita dopo il 31 agosto 2009, relativa ad una delle seguenti tematiche applicate allo studio dell'ambiente e del territorio:

·  telerilevamento ottico
·  integrazione di dati geografici multi-sorgente

Sono ammessi a concorrere al premio candidati che abbiano conseguito una laurea specialistica con votazione minima di 106/110 presso una Università Italiana.

La domanda di partecipazione va redatta secondo il modello disponibile sul sito http://milano.irea.cnr.it/premio_Eugenio/premio10.htm e corredata da:
·  certificato di laurea in carta libera o autocertificazione ai sensi dell'art. 46 del DPR 28 dicembre 2000 n.445 (in formato .PDF)
·  curriculum (in formato .PDF)
·  copia di un documento di identità valido (in formato .PDF)
·  copia della tesi di laurea (in formato .PDF)
·  riassunto della tesi di laurea (in formato .PDF)

La scadenza per la presentazione è fissata per le ore 24.00 del 10 settembre 2010.

La domanda di partecipazione e la relativa documentazione dovranno essere inviate esclusivamente per posta elettronica con oggetto "Premio Nazionale di Laurea Eugenio Zilioli" all'indirizzo milano@irea.cnr.it.
Il premio sarà attribuito con giudizio inappellabile da una Commissione composta da Giovanmaria Lechi (Politecnico di Milano), Ruggero Casacchia (Presidente AIT-Associazione Italiana di Telerilevamento), Pietro Alessandro Brivio (Resp. CNR-IREA UO di Milano) in base alla originalità della tesi, al contributo fornito al settore di pertinenza ed all'impatto applicativo. L'esito del concorso sarà comunicato mediante  pubblicazione sul sito dell'IREA "http://milano.irea.cnr.it" . 
Il Premio verrà conferito nel corso della 14a Conferenza Nazionale Asita che si terrà in Lombardia, a Brescia dal 9 al
12 novembre.

 

Chiudi
Info post
Pubblicato il 19/04/2010, 13:38
Visualizzato 1029 volte
Inviato da Antonio Santangelo
Lombardia_careFa piacere, per una volta, ritrovarsi citati sul Wall Street Journal come esempio postivo.
Il quotidiano finanziario Usa pubblica uno speciale sulla Sanità e, tra gli articoli, ne compare uno sul modello lombardo.

Il tema della Sanità è in qquesto monento al centro dell'attenzione del pubblica americano, dopo la conclusione della lunga battaglia tra repubblicani e democratici per l'affermazione di un modello sostenibile.

Certo, vista dagli Usa la Sanità lombarda (ma anche italiana ed europea) colpisce parecchio, visto che il solo fatto di estendere la copertura assicurativa a una fetta consistente della popolazione ha fatto gridare qualcuno al comunismo.

Resta il fatto, gratificante, di presentare conti in ordine e un modello di concorrenza pubblico-privato rispetto al quale il governatore Schwarzenegger, quando è venuto in visita, ha mostrato molto interesse.
Chiudi
Info post
Pubblicato il 16/04/2010, 17:54
Visualizzato 857 volte
Inviato da Antonio Santangelo
La Regione Lombardia e la Camera di Commercio, per il secondo anno, lancia Newtech 2010, per promuovere a livello internazionale le aziende lombarde e i centri di ricerca, nei settori: Bionanotecnologie, agroalimentare, ICT, Nuovi materiali, Aerospazio.
La proposta è rivolta a aziende, spin-off della ricerca pubblica, università e loro dipartimenti, centri di ricerca e di trasferimento tecnologico, consorzi, parchi scientifici e tecnologici. Il costo della partecipazione è pari alla somma dei fee per partecipare a ciascun evento. I promotori si fanno carico del materiale promozionale e del catalogo multimediale e cartaceo per le fiere.
Chi aderisce può partecipare ai seguenti eventi internazionali dedicati all'innovazione:

Hannover Messe 2010 (Hannover 19 - 23 April)
Hannover Messe è la vetrina principale del mondo per l’ tecnologia Industriale. Più veloce, più efficace, e migliore : per sopravvivere e crescere fronte alle competenze globale, le aziende hanno bisogno di mantenere e migliore costantemente il potenziale funzionamento. La tecnologia di punta ha un importante ruolo nella competitività corporativa. Hannover Messe è il posto ideale per ottenere le informazioni tecniche industriali. Con gli anni il fuoco ha cambiato i componenti indipendenti alle soluzioni « end-to-end ». L’innovazione tecnica è uno elemento dominante nel successo di Hannover Messe.

BIO 2010 (Chicago, 4 - 7 May)
L'ICE, in collaborazione con Assobiotec, l’Associazione di categoria aderente a Federchimica, organizza la partecipazione italiana alla prossima edizione della BIO International Convention, che si terrà nel McCormick Place di Chicago (Illinois), dal 3 al 6 maggio 2010. La manifestazione costituisce l'evento più rilevante del settore biotecnologie a livello mondiale e richiama ogni
anno le imprese, le università e i centri di ricerca più prestigiosi nel panorama internazionale.
Chiudi
Info post
Pubblicato il 16/04/2010, 15:00
Visualizzato 1208 volte
Inviato da Antonio Santangelo

Schermata_2010-04-16_a_13.52.40

Un recente report dell'OCSE (scarica il .pdf) riporta cifre sconsolanti:

* tra il 2007 e il 2009, la disoccupazione giovanile (15-24) è cresciuta del 6% nell'area, ed è al 19%
* attualmente i giovani disoccupati sono 15 Mni, 4 più di due anni fa
* in Spagna i giovani senza lavoro sono il 40%, il Francia e Italia il 25%

Questo tipo di disoccupazione è usualmente il doppio di quella dei giovani over 25, ma nel 2008 è quasi triplicata (2.8), con andamenti diversi tra i Paesi: 1.5 in Germania, tra 2 e 3 nella maggioranza dei Paesi dell'area, e tra 3 e 4 volte in sette Paesi, tra cui il nostro (Danimarca, Finlandia, Italia, Corea, Nuova Zelanda, Norvegia e UK). Il dato positivo della Germania è attribuibile a un sistema di apprendistato che aiuta i giovani a trovare lavoro; un apprendistato efficace ha un doppio impatto, dice lo studio, abbassa il costo del lavoro in cambio dell'apprendimento di un mestiere e facilita l'ingresso nel mondo del lavoro. Peraltro lo studio registra un incremento di precarietà nei contratti per i giovani.

I giovani più penalizzati sono, ovviamente, quelli meno acculturati. Non si prevede un miglioramento effettivo della situazione prima della fine del 2011.
Chiudi
Info post
Pubblicato il 15/04/2010, 10:53
Visualizzato 971 volte
Inviato da Antonio Santangelo

Oggi su nòva lo speciale è sul design. Apre un articolo di Stefano Micelli, della International University di Venezia, sulle strategie virtuose che le Pmi stanno seguendo per reagire alla crisi. Stefano, su FirstDraft insieme ai suoi colleghi e a Enzo Rullani, tiene vivo un osservatorio puntuale e attento al laboratorio del NordEst, e da lì interpreta le evoluzioni del Made in Italy.

Come e perché reggono le Pmi? La loro competitività, è la tesi di Micelli, dipende dalla capacità di inserirsi in filiere internazionali, sia per la distribuzione che per la produzione; quelle che ce la fanno assicurano un servizio fondato su competenze distintive. Tre le strategie: legata alla creatività, la prima, con la creazione di pezzi unici; la seconda connessa con la capacità di declinare il capo d'opera in linee di serie; infine l'adattività di prodotti a valle del processo produttivo, personalizzandolo per le diverse clientele.

Chiudi
Info post
Pubblicato il 13/04/2010, 17:10
Visualizzato 1453 volte
Inviato da Antonio Santangelo
Una iniziativa interessante quella di Roma 3. Innovation Lab è una nuova iniziativa che permette a studenti universitari di incontrarsi in team multi-facoltà allo scopo di mettere a fuoco le proprie idee innovative di business, per poi presentarle a investitori professionisti (venture capital e business angels). Il 22 aprile si terrà la fine di un percorso articolato in diversi seminari, ci sarà la premiazione con una borsa di studio per il miglior progetto. La borsa consentirà di partecipare al Silicon Valley Study Tour 2010. Saranno presenti business angel e venture capital; tra gli altri BAIA, che è partner dell'iniziativa