logo regione

QuestioBlog

Notizie dal mondo della ricerca e innovazione

ICRIM su Industria 4.0

b2ap3_thumbnail_INDUSTRY-4.0---TRA-DIGITALIZZAZIONE-E-NUOVI-MODELLI-DI-BUSINESS5.jpg

Il 23 novembre p.v. ICRIM (International Center Research in International Management) dell'Università Cattolica organizza una riflessione sui temi di Industry 4.0. Il tema delle opportunità che l'automazione offre al settore manifatturiero è stato lanciato nel 2013 in Germania, ed ha assunto nel tempo un rilievo internazionale. 
La crescente insofferenza per un approccio solo finanziario ai problemi dello sviluppo ha posto al centro dell'Unione Europea il tema della re-industrializzazione. L'intersezione con l'esplosione dell'Internet of Things ha contribuito ad accentuarne la rilevanza.
In parallelo, negli Usa si è diffuso un certo allarme sull'impatto che Intelligenza Artificiale e robotica possono avere sull'occupazione, anche intellettuale.
Come si vede, quindi, la riflessione assume una valenza strategica, soprattutto in Italia per il peso che il manifatturiero sta riassumendo e per i problemi tuttora pesanti sul mercato del lavoro
Maurizio Ferrera, sul Corriere Economia del 9.11ha sostenuto che l'asse Milano-Bergamo-Brescia sta sviluppando iniziative che nulla hanno da invidiare a quelle tedesche.

Continua a leggere
1102 Visite
0 Commenti

Le nuove call di Horizon 2020

b2ap3_thumbnail_Horizon-2020.jpg

Tra dicembre 2015 e aprile 2016 saranno chiuse più di 70 call. Sul sito di Horizon è possibile avere la lista di quelle del 2015-2016; le call del 2017 verranno definite l'anno venturo. Zabala ha costruito intavolo sinottico delle prossime call qui.

Qui invece vi sono le indicazioni del Workprogramme 2016-2017

Continua a leggere
864 Visite
0 Commenti

Italy 2040: Human Technopole

Schermata 2015-11-09 alle 17.07.55

 

Il governo annuncerà  domani il progetto per il riutilizzo dell'area Expo. Verrà  creato un polo di ricerca e tecnologia applicata dedicato al benessere della vita. La direzione del polo verrebbe affidata all'IIT (Istituto italiano di tecnologia) diretto da Roberto Cingolani, in collaborazione con l'Institute for international interchange di Torino e l’Edmund Mach di Trento. Sul Corriere della Sera il preannuncio 

dell'iniziativa.

 

L'IIT ha ottenuto risultati lusinghieri grazie a una struttura abbastanza agile. Ora dovrà coordinarsi con gli altri due centri e con l’ecosistema della ricerca lombardo

Continua a leggere
1162 Visite
0 Commenti

10 Azioni per Industria 4.0

Occorrono 1.300 Mdi € entro il 2030, 90 Mdi all'anno, per raggiungere l'obiettivo dell'Unione Europea di riportare il valore aggiunto manifatturiero sul PIL dal 15% attuale al 20%. Per l'Italia l'investimento è di 15 Mdi all'anno per i prossimi 15 anni, se vogliamo riportare il peso dal 16% attuale al 20%. L'analisi è di Roland Berger.
Nel frattempo il governo ha in discussione il report Industria 4.0, i cui contenuti sono anticipati da CorCom. Il governo vede in Manufatctoring 4.0, attuazione importante dell'obiettivo Internet of Things, uno strumento per aumentare la competitività dell'industria italiana.

La strategia comprende 10 azioni (qui l'elenco): 
Accelerare l'esecuzione del Piano ultrabroadband; favorire lo sviluppo di standard tecnologici in nome dell'interoperabilità; prevedere interventi normativi e regolamentari mirati a facilitare l'adozione delle nuove tecnologie e l'evoluzione dei servizi pubblici e privati; investire sulla formazione di nuovi skill; promuovere l'adozione delle tecnologie IoT per il miglioramento dei servizi pubblici, partendo da progetti pilota; deliberare strumenti fiscali ad hoc e fare leva sul credito di imposta; favorire gli investimenti in ricerca e sviluppo e inserire IoT e Manufacturing 4.0 nelle aree del Piano Nazionale della Ricerca (PNR) e nell'evoluzione del Quadro di Sostegno e Coesione della Comunità Europea 2014-2020; tutelare la security e la privacy; istituire una cabina di execution e implementare piani di comunicazione per diffondere la conoscenza sulle potenzialità  ed i benefici dell'IoT e del Manifacturing 4.0.

Continua a leggere
952 Visite
0 Commenti

Il segreto della smart Amsterdam

Su Linkedin, Luca Mora, ricercatore del Politecnico di Milano, enumera i molteplici riconoscimenti internazionali che Amsterdam smart ha ricevuto negli ultimi anni. In particolare osserva che il segreto del successo sta nell'accoppiare l'uso di tecnologie innovative a un diffuso impegno dell'amministrazione cittadina su aspetti legato alla semplificazione amministrativa, alla vision di lungo periodo, un coinvolgimento ampio delle risorse cittadine. 

The success of Amsterdam in the field of smart cities results from an approach closely linked to strategic urban planning principles. To manage the complexity of smart city strategies, the city has effectively combined the importance of new ICT infrastructures and digital services with many other non-technological but yet critical factors that are widely discussed in smart city research. For example: leadership and political commitment; governance and funding capability; coordination, sponsorship and support across departments; collaboration between stakeholders and organizations across multiple sectors; innovative business and operating models; long-term vision, performance metrics and commitment from the top; the capability to connect short-term projects and initiatives to real local needs, and benefit from the enormous innovative potential of grass-roots efforts described by Carlo Ratti and Anthony Townsend, avoiding the risks of an excessively top-down oriented view.

Una lezione da tenere a mente e applicare.
Il 19 e 20 novembre, a Bolzano, Mora presenterà un documento sul tema alla conferenza Smart and sustainable planning for Cities and Regions 2015.

Continua a leggere
1070 Visite
0 Commenti